Campi di utilizzo microimmunoterapia

malattie autoimmuni

Le malattie autoimmuni sono caratterizzate da un attacco del sistema immunitario contro le cellule del "self".

La valutazione del pannello immunitario ci permette di valutare la situazione immunitaria del paziente con l'obiettivo di aiutare il sistema immunitario a recuperare il suo corretto funzionamento ed evitare una risposta eccessiva e  trattare fattori implicati nello sviluppo o nella progressione della patologia  come le infezioni virali o lo stress.

dolori cronici muscolo-scheletrici

In molte patologie cronico-degenerative dell'apparato locomotore , come nell'artrosi e e nelle malattie reumatiche, così pure nelle tendiniti recidivanti, l’infiammazione cronica ha un ruolo importante.

 La microimmunoterapia ha l'obiettivo di agire in modo specifico sui focolai infiammatori, aiutando l'organismo a recuperare il suo stato normale e frenando la tendenza alla cronicità.

INFEZIONI

Il nostro sistema immunitario ha il compito di difenderci da eventuali infezioni virali,  batteriche o parassitarie. In molte situazioni possiamo avere una  risposta immunitaria deficitaria (per esempio dopo forti stress fisici e/o psichici) con la possibilità di riattivazioni virali (herpes simplex recidivante, zoster etc.) o di infezioni ricorrenti (infezioni frequenti delle vie respiratorie, cistiti recidivanti o altro). In queste situazioni la microimmunoterapia può migliorare l'efficacia del sistema immunitario permettendo un miglior controllo delle infezioni e la riduzione delle recidive.

stress e senescenza

Lo stress, cronico porta ad una riduzione delle capacità del sistema immunitario.

Questa situazione è ancora più evidente con l'avanzare dell'età o in corso di riattivazioni virali portando di conseguenza ad una accelerazione dei processi di invecchiamento.

 In questa situazione la microimmunoterapia cerca di sostenere il sistema immunitario e di ridurre la condizione  di "low grade chronic inflammation"  e di conseguenza l'immunosenescenza che l'accompagna.

malattie oncologiche

Il sistema immunitaria ha anche l'importante funzione di "immunosorveglianza" nei confronti delle cellule tumorali.

Le cellule tumorali in caso di sistema immunitario iporeattivo (per stress o per riattivazioni virali) sono in grado di eludere più facilmente la immuno-sorveglianza e di mettere in atto meccanismi che permettono loro di non essere riconosciute dal sistema immunologico.  Nelle fasi più avanzate il tumore riesce anche a manipolare le cellule del sistema immunitario a suo favore per evitare di essere distrutto.

Nelle situazioni oncologiche la microimmunoterapia, affiancando le terapie convenzioanli (chemioterapia e radioterapia) sostiene la risposta immunitaria per ricondurla verso il riconoscimento e la  distruzione delle cellule alterate in senso neoplastico.

altre patologie

Molte altre patologie sono caratterizzate da situazione di iporeattività o di iperereattività immunitaria.

E' di frequente riscontro una risposta esagerata del sistema immunitario in situazioni come la sindrome fibromialgica, la sindrome da sensibilizzazione chimica multipla, la sindrome PANS/PANDAS (caratterizzate da neuroimmunoflogosi) e molte altre patologie complesse.